LIBRO DEL NATURISMO A ORSERA 1957-2017 - 2018

LIBRO DEL NATURISMO A ORSERA 1957-2017-2018
Marcel Proust, lo scrittore e autore francese del romanzo - Alla ricerca del tempo perduto - ha scritto che i ricordi sono l'unico modo nel progettare la vita, e Goethe, uno scrittore e poeta tedesco, ha condiviso un pensiero simile, CHE I RICORDI sono essenziali per chi ritiene importante il presente.
I ricordi e le cronache ci aiutano a costruire e formare al meglio il nostro futuro. Le cronache che ho avuto l'opportunita di scrivere: ''ORSERA E ANITA'' sullo sviluppo del naturismo ad Orsera dal 1957. fino alla fine degli anni '90, scritte da un punto di vista soggettivo, autobiografico ed emotivo. Ho cercato di documentare tutti gli eventi in maniera concisa attraverso queste cronache, descrivendo tutti gli eventi e le persone come li vissi all'epoca. Sono proprio questi eventi registrati nella pensione che si chiamava ANITA, secondo una mia percezione, gli eventi di un importanza mondiale e 10 GRANDI FATTORI i quali rendono ORSERA la più interessante e INSOSTITUIBILE destinazione naturistica in Istria. E' proprio di questo che parlo nella brochure: il fatto che una cooperativa agricola di Orsera, costituita da una dozzina di persone, osò a fondare nel 1957. una cooperativa, con solo un milione di denari ($ 2.500 o $ 10.000) di capitale aziendale e senza risorse techiche, umane e capitale, il che fu considerata una grande impresa. Già nel primo anno realizzarono 6.100 prenotamenti, cioè un reddito lordo di 10.000 marche (1 milione denari jugoslaveni, ovvero quasi l'investimento iniziale). La pensione per quell'anno, a persona, ragiunse un importo di 14 DEM o di circa 1000,00 denari. 20 anni dopo, nel 1977, per la prima volta ANITA superò la milionesima notte e dimostrò così ''il passo giusto''di questo progetto.
IL MAGGIOR NUMERO DI PRENOTAZIONI DELLA PENSIONE ANITA VENNE RAGGIUNTO NEL 1986. CON 1,8 MILIONI IL QUALE NON SI E' RIPETUTO PIU' NELLA STORIA, però non ci scordiamo che il futuro può sempre riservare delle sorprese. Nel 1957. ad Orsera è stato girato il film "La grande strada azzurra" nella co-produzione italo-francese con Alida Vali e Yves Montado, con il quale colsero l'inizio dello sviluppo turistico del potenziale del affascinante paesaggio di Orsera. La città quell'anno aveva 1115 abitanti, mentre oggi, proprio grazie al turismo, conta 2700 abitanti. !939. a Orsera esistevano 1 gelateria, 2 bar, 5 trattorie e ci furono 2100 prenotazioni mentre oggi ne conta quasi 1,5 milioni di prenotazioni con varie opzioni di alloggio. Questi stessi imprenditori solo quattro anni dopo, nel 1961, ''osarono'' a fondare il primo campeggio naturista nel mondo - Koversada (all'epoca ci furono solo club e solo per i membri). Sia all'epoca che tutt'oggi il campeggio naturista è considerato un concetto prestigioso. Gli ideatori dell'idea del turismo FKK furono due agenzie turistiche - agenzia Cinque Giornate di Milano e Miramare Reisen di Monaco di Baviera. Più tardi l'idea venne copiata dal campeggio Valalta a LIBRO DEL NATURISMO A ORSERA 1957-2017di Jerko Sladoljev Rovigno (nel 1969, 8 anni dopo), come anche la catena alberghiera di Parenzo, Laguna con il campeggio Ulika, poi Riviera con Solaris e più tardi Naturist Funtana Istria a Funtana però due decenni dopo. Orsera fù il ''colpevole'' dello sviluppo dell'offerta dei campeggi naturistici, dei quali ne sono rimasti in Croazia solo 12, maggiormente in Istria dove ne troviamo 7. Negli anni ’60 non eravamo a conoscenza dei concetti di marketing come il marketing-mix, posizionamento e target o del marketing virtuale, però davamo più importanza all'ascolto delle neccessità degli ospiti, il che costituisce l'essenza del concetto di marketing. Questi stessi imprenditori furono i primi in Europa (nel 1972.), come società socialista con il regime comunista, ad aprire le porte ad un congresso mondiale di naturisti, il quale avette una copertura mediatica di oltre 300 riviste mondiali famose. All'epoca fù un ''passo da giganti'' promozionale il quale avette come ricompenso un grande numero di articoli nelle più famose testate sia Europee che Americane come Le monde, Der Spiegel e NY Times.
Questo investimento milionario che fù fatto non si è più ripetuto nella storia. Nel 1991 per Anita, la pensione di Orsera, fù ''l'anno d'oro''quando fù proclamata l'azienda con maggior successo dell'intera Istria e Croazia con 1,3 milioni di prenotamenti, davanti a Parenzo (Lagune e Riviere) e Rovigno (all'epoca Jadranturista) di Abbazia e Dubrovnik. Il fatto che abbia avuto la fedeltà degli ospiti e il maggior numero di ospiti che tornavano, grazie ai quali è diventata la più richiesta destinazione in Istria. Come esempio abbiamo la famiglia olandese Van Tul la quale torna a Koversada da più di 50 anni! Koversada è riuscita a curare il suo marchio non contaminato accanto all'eleganza di Rovigno e alla vivace Parenzo, famosa come meta dello slow tourism - una concetto di turismo legato ad uno stile di vita lento e rilassante, accompagnato dall'offerta gastronomica meditterranea, dal fascino edonistico e dall'erotismo nascosto nel mito di Casanova, sul quale costruisce la futura identità. Grazie alle risorse naturali e alle attrazioni, ad Orsera abitavano gli artisti e sportivi di fama mondiale come Dzamonja e Murti? e l'olimpico Jelovac.
Con l'impegno degli impiegatI dell'Ufficio Turistico di Orsera (in particolare Brajkovic e Vrugrinec) hanno vinto una ventina di premi nazionali e internazionali più prestigiosi per la qualità del brand e della permanenza dei turisti nella città. Koversada era diventata ancora più famosa grazie all'impegno dell'associazione UNI Torino e Anita Milano, come anche Liburnia di Trieste. Ne menzoniamo solo alcuni che hanno contribuito: Tom Opertia, Giuseppe Ghirardellia, Romano Mantani. Il francese Gilbert Sarrou, presidente della INF e direttore di lunga del campeggio naturista Montalivet a Bordeaux, durante una visita a Orsera nel 1972 fece una comparazione, dello sviluppo da una città piccola ad una città di fama mondiale, tra Orsera e il suo l'amore per i naturisti nel primo resort FKK e il brand francese Saint Tropez e l'amore per gli animali. Siamo stati particolarmente orgogliosi quando nel municipio di Bordeaux il Sig. Sarrolla ha dichiarato: Signori, queste persone arrivano dalla Jugoslavia, la quale è uno stato comunista, però per la qualità lavorativa e il rapporto con gli ospiti sono un passo avanti rispetto a noi! Negli anni ’70 Orsera ha avuto un overbooking da giugno a settembre, in gran parte a causa di una maggiore domanda rispetto ad altre aziende turistiche, a tal punto che ha dato un contributo a riempire gli alloggi di Laguna e Riviera.
Oggi, dopo 60 anni di esistenza del marchio naturistico Orsera, credo, modestamente, l'azienda Maistra e il comune di Orsera dovrebbero ringraziare i fondatori dell'offerta attraverso:
• DARE IL NOME AD UNA VIA DI ORSERA COME VIA o VIALE NATURISTA
• Un monumento – un busto oppure un pannello alle persone della cooperativa agricola, i quali con il proprio corraggio iniziarono un percorso pieno di successi nel 1957. 60 anni di successo sono la prova giusta per commemorare il successo dei fondatori! Per i nuovi proprietari di MAISTRA ROVIGNO vorrei trasmettere il seguente messaggio: Fate diventare, in maniera saggia, questo diamante grezzo e non contaminato una gemma di valore mondiale, la quale contribuira alla crescita del valore del brand naturista Orsera, che se non si cura, non è eterno. Per concludere vorrei dare un mio parere: ero motivato dall'amore e dall'orgoglio per tutto ciò che la mia generazione ed io abbiamo raggiunto nel turismo. Certamente non è stato facile, ma il fenomeno del naturismo abbiamo ridefinito, arricchito ed integrato.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetta